Noleggio Ponteggi Tradizionali Fissi

Noleggio Ponteggi Tradizionali Fissi

I ponteggi tradizionali fissi sono quelli più diffusi e sono composti da un certo numero di elementi ed accessori che ne garantiscono la stabilità e che comunemente vengono definiti impalcature. Palma Noleggio offre il noleggio di ponteggi tradizionali fissi per opere come lavori edili di ristrutturazioni o rifacimenti che si sposano perfettamente con pareti di tipo verticale, nonché con la maggior parte degli edifici urbani.

L’elemento costitutivo principale di questo tipo di ponteggi è il telaio, formato da due montanti verticali che si saldano alla base orizzontale, detta traverso. Una base fissa di appoggio ai piedi dei montanti ha lo scopo di ripartire in maniera equa il carico sopportato dagli stessi montanti, e alcuni ancoraggi vincolano l’intero ponteggio all’edificio o alla struttura muraria su cui effettuare i lavori, in modo da garantire la massima stabilità.

Il materiale di realizzazione più diffuso al giorno d’oggi è l’acciaio, anche se si possono trovare ponteggi in legno o in metallo. I metodi di costruzione moderni hanno sostituito gli obsoleti camminamenti su travi di legno con camminamenti in acciaio, per garantire alla struttura solidità e sicurezza.
I campi d’impiego principali dei ponteggi tradizionali fissi sono costruzioni o ristrutturazioni di edifici, ponti, viadotti, manutenzione di facciate di chiese e campanili e altri ancora.

Palma Noleggio offre una vasta gamma di ponteggi tradizionali fissi, ma come scegliere quello più adatto?

La scelta del noleggio di un ponteggio tradizionale fisso deve essere sempre ponderata in base alla situazione in cui sarà necessario lavorare, agli spazi, al tipo di lavoro da effettuare e all’entità dei carichi da sopportare. Si consideri che ci sono molteplici fattori che vanno a gravare sulla stabilità del ponteggio e sono diverse le forze che entrano in gioco: dal peso dei lavoratori e dei materiali utilizzati fino agli eventi atmosferici che giocano un ruolo centrale come la forza del vento o un’eventuale peso aggiuntivo dovuto alla caduta di neve.

I ponteggi tradizionali fissi dopo l’entrata in vigore della norma UNI EN 12811-1 2004 sono classificati in 6 classi di carico, a seconda della capacità di carico che sono in grado di sostenere: la prima classe è quella più leggera e vi fanno parte le strutture dedicate a lavori da svolgere con attrezzi leggeri e senza l’impiego di materiali.

Le classi 2 e 3 sono utilizzate per lavori in cui i materiali richiesti siano solo quelli strettamente necessari, e perlopiù per lavori di ispezione o piccoli restauri. Le classi 4 e 5 sono adatte a lavori più pesanti che richiedono l’utilizzo di ingenti quantità di materiali, la classe 6 è la massima classe di carico, adatta ad esempio per lavori di muratura pesante e deposito di materiali edili.

Un altro tipo di classificazione riguarda gli elementi costruttivi che compongono il ponteggio: il primo tipo è quello a telai prefabbricati, il secondo è quello a montanti e traversi prefabbricati e il terzo è quello a tubi e giunti.
I ponteggi a telai prefabbricati sono quelli di più ampia diffusione, sono composti da telai di dimensioni e forme definite che possono essere assemblati nella realizzazione di ponteggi ad altitudini prefissate.

Il traverso può essere saldato a metà dei due montanti, e in questo caso si parla di telaio ad H, oppure quasi in cima all’estremità dei due montanti nel cosiddetto telaio a portale. Essendo le dimensioni degli elementi e la loro disposizione prefissate e poco flessibili, questo tipo di ponteggi ha un raggio di impiego abbastanza limitato, ma presenta il non trascurabile vantaggio di essere molto semplice e veloce da montare, per cui può essere una buona scelta nel caso di lavori di manutenzione da effettuare su edifici semplici e che debbano essere svolti in tempi rapidi.

I ponteggi a montanti e traversi prefabbricati, detti anche multidirezionali, sono caratterizzati dalla presenza sui montanti di una piastra circolare che presenta 8 fori. I traversi, grazie a degli elementi a incastro, vengono inseriti nei fori di queste piastre permettendo al ponteggio di essere costruito nella direzione voluta. Hanno il grande pregio di essere molto versatili e facilmente adattabili alle esigenze, per contro gli elementi costituenti di questi ponteggi hanno un peso notevole e possono essere difficili da trasportare, richiedendo a volte lo sforzo di due lavoratori.Il sistema multidirezionale è utile nel caso di edifici o strutture con geometrie irregolari, in cui si rende necessario aggirare nella maniera più efficace possibile il perimetro dell’edificio e percorrerne le irregolarità.

I ponteggi a tubo e giunto sono formati da due montanti uniti tramite l’utilizzo di giunti a più traversi, in modo da permettere la disposizione degli impalcati all’altezza desiderata. Sono il tipo di ponteggio con la più ampia gamma di possibili utilizzi, dagli edifici semplici a quelli dalla geometria più complessa fino ad arrivare ai ponti, ai viadotti, al restauro di monumenti o centri storici. Va però messo in conto che il tempo di montaggio si allunga rispetto alle altre due tipologie di ponteggio.

La prima cosa da garantire quando si sceglie un ponteggio è senza ombra di dubbio la sicurezza dei lavoratori e Palma Noleggio vi assisterà nella scelta di un modello con le specifiche adatte al lavoro da svolgere, e che il lavoro sia svolto con la massima sicurezza di tutti gli operai e nella massima efficienza.

 
 
× Posso aiutarti?